Al salone della meccanica la Fabbrica Digitale che produce la city car elettrica

PARMA – Sarà la “Fabbrica Digitale – oltre l’automazione” l’evento innovativo di Mecspe, il salone della meccanica che si tiene a Parla dal 27 al 29 marzo prossimi. Fabbrica Digitale è un progetto di integrazione digitale di tutti i sistemi e sottosistemi che compongono una moderna fabbrica, volto alla realizzazione, nello specifico,  di parti della Xam 2.0, concept city car elettrica progettata e prodotta dal Politecnico di Torino con il supporto di una serie di partner industriali e non.  Tutto ciò che concorre alla realizzazione di alcune parti significative della Xam 2.0, dalla progettazione, alla produzione, al controlling, al testing, verrà monitorato durante l’intero processo produttivo nella logica del Product Lifecycle Management e tutto il flusso di dati delle varie isole di lavoro sarà convogliato attraverso una “Rete Fabbrica” wifi in un’ottica paperless. Ulteriore obiettivo della Fabbrica Digitale è proprio quello di mostrare come qualsiasi dato riferito al singolo prodotto possa essere gestito, modificato e archiviato senza la necessità di utilizzare l’antiecologico “pezzo di carta”. Accanto alle aree interconnesse della Fabbrica Digitale, saranno presenti una serie di unità dimostrative Wip – Work in Progress di Xam 3.0, evoluzione della Xam 2.0  che rappresenteranno, all’interno del progetto complessivo, unità produttive dislocate e non ancora integrate, dove verranno mostrate le innovazioni tecnologiche implementate sulla XAM 3.0, attualmente in fase avanzata di sviluppo. Scopo ultimo della suddivisione del progetto in filiere Xam 2.0 e Xam 3.0, sarà dimostrare la connettibilità delle unità dimostrative di filiera su un progetto a medio lungo termine (nel 2015 sarà ultimata l’implementazione XAM 3.0). Tra le filiere destinate a Xam 3.0 saranno presenti anche lavorazioni di materia plastiche, compositi e rapid manufacturing per offrire al visitatore uno scenario il più completo e approfondito delle tecnologie rivolte al settore automotive.

Previous Story

GLOBAL DATA: Il mercato mondiale del mini-eolico varrà 3 miliardi di dollari entro il 2020

Next Story

INFOCAMERE: anche on line le 5.900 imprese coinvolte in progetti di aggregazione