ASSOMEC: al via i Lunedì dei Saperi d’Impresa per trovare risposte e soluzioni anti-crisi

MILANO – Prende il via lunedì 22 ottobre alle ore 18,30 il ciclo di incontri “I Lunedì dei Saperi d’Impresa”, organizzato da AssoMec e Fabbrica del Sapere d’Impresa presso la sede di corso Vercelli 1, aperto agli imprenditori che vogliono confrontarsi sulle problematiche e opportunità legate allo sviluppo aziendale. Durante il primo incontro, intitolato “Non per soldi, ma per creare valore”, si parlerà di accessibilità ai finanziamenti europei per l’innovazione con Gianfranco Malagola, direttore di Alesamonti, una piccola impresa varesina che produce macchine utensili e che nel 2008 ha avuto un’intuizione: realizzare la prima fresatrice al mondo in grado di produrre i componenti e, al tempo stesso, di misurarli per correggere eventuali errori di lavorazione. Per sostenere l’investimento, l’impresa ha cercato dei partner, ha costituito un consorzio di pmi e università e ha partecipato a un bando europeo, ottenendo 3,6 milioni di euro di finanziamenti europei destinati a coprire il 70% delle spese stimate per il progetto d’innovazione. Ai “Lunedì dei Saperi d’Impresa”, che si tiene ogni terzo lunedì del mese, un imprenditore racconta la propria storia di successo e a seguire si apre un confronto tra i partecipanti per verificare opportunità e trovare nuove strade percorribili. «Lavorando a stretto contatto con le imprese, si respirano l’incertezza e la difficoltà causate dalla crisi che sta attraversando il comparto produttivo. Gli imprenditori hanno bisogno di non essere da soli per intravedere una speranza», commenta Barbara Pigoli, presidente di AssoMec. «A partire da questa esigenza è nata l’idea di creare un’occasione di incontro con altri imprenditori, che oggi continuano con coraggio a investire sul capitale umano e sull’innovazione ottenendo risultati concreti». La partecipazione all’incontro è gratuita, previa iscrizione presso la segreteria organizzativa (segreteria@assomec.eu, tel. 02435132109). AssoMec è l’aggregazione nazionale su base volontaria tra le imprese della filiera meccanica che hanno scelto la “via alta”, basata su conoscenza, qualità e innovazione, come modello per lo sviluppo sostenibile, la responsabilità sociale e la competitività. Oggi AssoMec opera al servizio di oltre 350 imprese manifatturiere italiane come un soggetto indipendente e intermedio sul mercato delle politiche per lo sviluppo; articola la domanda espressa da imprese e lavoratori, generando la risposta tecnica e finanziaria a favore della competitività e occupabilità, in una logica di partecipazione, sussidiarietà e coesione sociale. La crescita strutturale, partecipata e collettiva dell’impresa è garantita dal rispetto dall’esclusiva procedura AssoMec certificata di articolazione della domanda, che avviene attraverso il rapporto personale con gli Esperti in politiche di sviluppo aziendale.

Previous Story

MANPOWER: segna -9% la stima sulle intenzioni di assunzione nell’ultimo trimestre 2012

Next Story

Premiate le sette start up che cambieranno il mondo dell’Ict

Latest from Associazioni