Changemakers lancia la sfida tra i 1.500 giovani talenti che digitalizzeranno l’Expo

MILANO – Con ben 583 progetti, presentati fino a poche ore prima di Capodanno, si è chiusa la call for ideas di “Changemakers for Expo Milano 2015”, il programma di accelerazione di impresa sostenuto da Expo 2015 e Telecom Italia, legato alle sfide dell’Esposizione universale. A proporle più di 1.500 giovani under 30, provenienti da 21 Paesi tra cui India, Cina, Somalia e Canada, pronti a trasferirsi per due mesi a Milano e creare qui la loro start up digitale, sostenibile e innovativa. L’annuncio dei 10 team selezionati per partecipare al percorso di accelerazione d’impresa è previsto per la fine di gennaio. Sarà una primavera intensa per i Changemakers selezionati che, da marzo ad aprile 2013, per 8 settimane, verranno ospitati gratuitamente in un temporary campus, dove vivranno e lavoreranno a stretto contatto tra loro, concentrandosi esclusivamente sullo sviluppo della propria idea di business. Con l’aiuto di 16 docenti, 50 mentor e il supporto del team di Make a Cube, il primo incubatore in Italia specializzato in imprese ad alto valore ambientale, sociale e culturale, i gruppi selezionati trasformeranno le proprie idee d’impresa in 10 nuove start up sostenibili e innovative. Alla fine del percorso i progetti verranno presentati a una platea di potenziali investitori e partner aziendali in grado di garantirne una piena implementazione. Changemakers intende promuovere lo sviluppo di 10 idee d’impresa in grado di avere un impatto su 10 milioni di persone, così da rendere Milano e le altre città del mondo più smart, vivibili, ecologiche, solidali e competitive. «Changemakers for Expo Milano 2015 – ha dichiarato Carlotta Ventura, direttore Domestic Media di Telecom Italia – rappresenta una sfida importante per Telecom Italia e gli altri partner coinvolti, che ha l’obiettivo di creare le condizioni per sviluppare idee di business molto ambiziose e in grado di generare un impatto positivo su milioni di persone: non semplici start up con buone potenzialità di successo sul mercato, ma veri progetti d’impresa in grado di coniugare la sostenibilità economica con quella sociale e ambientale». Valerio Zingarelli, direttore generale Technologies &Technical Services di Expo 2015 Spa, ha sottolineato che «Expo 2015 dimostra concretamente il proprio impegno a favore dell’innovazione utile a migliorare la vita dei cittadini, chiamando direttamente i giovani a ideare e sviluppare soluzioni coerenti con la visione della Digital Smart City e con i temi dell’Esposizione universale. Il sito di Expo Milano 2015 sarà non solo campo di prova, ma anche utilizzatore e promotore di quanto realizzato. La nostra intenzione è di estendere questo tipo di iniziativa sia ad altre città italiane sia a Paesi stranieri».

Previous Story

BUON NATALE E BUON 2013!

Next Story

I sistemi di comunicazione made in Friuli conquistano i giganti mondiali delle crociere