Come cambiare (in meglio) un’azienda in sei mesi e nove passi

MILANO – Sette piccole e medie imprese industriali, sette casi di successo che testimoniano come sia possibile, anche in tempo di crisi, investire sulla visione strategica dell’imprenditore e sostenerlo nel processo di cambiamento e rinnovamento dell’azienda:? è l’esito del primo Masterclass “9 passi per lo sviluppo della tua impresa”, corso di alta formazione per aziende della filiera meccanica, promosso da AssoMec in collaborazione con Festo Academy (la scuola di management industriale del gruppo tedesco leader nell’automazione) e l’ente di formazione? Etass, che per sei mesi ha messo attorno a un tavolo sette imprenditori e li ha accompagnati nell’analisi di nove ambiti strategici della loro attività aziendale, dalla funzione acquisti alle vendite, passando per l’organizzazione della fabbrica e lo sviluppo della leadership. Gli imprenditori che hanno portato a termine il percorso rappresentano realtà industriali e territori diversi: Agricarnitec (macchine per industria alimentare), Bernardi Impianti International (impianti per l’edilizia) e Siat Italia (generatori di calore) della provincia milanese,? la pavese Nuova Protex (cristalli per veicoli), la lodigiana Simaco (elettropompe industriali), la bergamasca Cosmec (carpenteria metallica) e la marchigiana Cosmetal (erogatori d’acqua). «La piccola e media impresa italiana continua a dare un enorme contributo allo sviluppo economico del Paese facendo leva sui propri punti di forza quali la genialità creativa, la flessibilità organizzativa e la capacità di risposta dinamica alle esigenze del mercato. Ma il piccolo imprenditore, da solo, fa fatica a reggere questa tensione competitiva costante: noi lo accompagniamo ad alzare lo sguardo e lo aiutiamo a individuare le soluzioni e gli strumenti, anche finanziari, per rendere durevole il successo della sua azienda», spiega Barbara Pigoli, presidente di AssoMec, associazione che segue in un rapporto di tutoraggio “one-to-one” oltre 350 pmi manifatturiere. «Il masterclass per imprenditori – aggiunge Giuseppina Civardi, direttrice della Festo Academy – nasce dal confronto con gli imprenditori delle pmi e fa tesoro delle esigenze da loro espresse in termini di competenze indispensabili in questo momento di mercato per sostenere? l’azienda? e il suo sviluppo. Il percorso è pensato per le figure che, all’interno dell’impresa, sono coinvolte direttamente nel processo decisionale: l’imprenditore e i suoi più stretti collaboratori». Il risultato? Dopo sei mesi e nove passi, ci sono sette aziende del manifatturiero tecnologico italiano pronte alla competizione con il mercato internazionale.

Previous Story

Con la plastica “oxobiodegradabile” l’eco-packaging è per tutti

Next Story

Amministratrici e imprenditrici celebrano l’8 marzo sfidando la crisi

Latest from Capitali umani