Con il progetto “ordine e pulizia” l’acciaieria migliora la produttività

POZZUOLO DEL FRIULI – Per essere sostenibile un’azienda deve essere in grado, in primis, di generare reddito e di assicurare un futuro solido a tutti coloro che ci gravitano intorno. In poche parole deve essere un’azienda efficiente, oltre che attenta all’ambiente e socialmente responsabile. Per migliorare la propria efficienza gestionale la Abs Acciaierie Bertoli Safau, azienda del gruppo Danieli specializzata nella produzione di acciai speciali di eccezionale qualità – nata nell’88 dalla fusione tra due realtà di lunga esperienza come le Officine Bertoli e la Safau – ha implementato,all’interno del proprio stabilimento friulano, il progetto Pop “Ordine e Pulizia”. Sviluppato in collaborazione con Festo Consulting, il progetto punta a eliminare dal ciclo produttivo tutto ciò che è inutile e superfluo, ovvero non strettamente funzionale all’attività svolta. All’interno di una struttura produttiva che vede impiegate oltre 1.000 persone, (altre 300 sono coinvolte con l’indotto) che producono ogni anno oltre 820mila tonnellate di acciaio per un fatturato globale di 686 milioni di euro, ogni intervento che punti al miglioramento delle procedure operative può avere ricadute notevoli non solo sul fronte economico, ma anche rispetto all’ottimizzazione delle risorse e della riduzione degli scarti e dei rifiuti. Il progetto Pop si basa sull’applicazione del metodo delle “5S”, una metodologia di matrice giapponese che si basa appunto su cinque passi operativi. Il risultato più importante del progetto Pop in Abs, attualmente a regime in sei aree aziendali, è stato quello di introdurre tra i collaboratori l’orientamento al miglioramento continuo, vero fondamento per garantire un reale e duraturo efficientamento della struttura.

Previous Story

CFI: l’alleanza delle centrali cooperative ha generato quasi mezzo miliardo di euro di capitale nelle imprese

Next Story

E’ trentino l’elettrodomestico che funziona come orto verticale bio

Latest from Capitali umani