Con sei imprese nasce nelle Marche il primo network del calzaturiero

FERMO – Sei ditte del calzaturiero hanno firmato il contratto di rete con cui hanno dato vita al progetto “Modart”, targato Confederazione nazionale dell’artigianato, con base operativa nello showroom allestito a Villa Baruchello a Porto Sant’Elpidio. Le aziende associate alla Cna che compongono questa prima rete sono: Linea Italia (Montegranaro), Gianros (Sant’Elpidio a Mare), Maurizi (Porto Sant’Elpidio), Ci Effedue (Rapagnano), Termical (Montegranaro) ed Ellen (Porto Sant’Elpidio). «Rendiamo concreto un importante progetto per la Cna – ha spiegato Paolo Silenzi, presidente provinciale Cna e presidente della stessa rete dei calzaturieri – su cui lavoriamo da almeno un anno. Tra i vantaggi, anche fiscali, del contratto di rete c’è il fatto che ogni azienda mantiene l’identità e il know-how che la contraddistinguono, ma allo stesso tempo agisce insieme alle altre presenti nella rete per avere maggiore autorevolezza, anche nell’interazione con le istituzioni, acquisire un rating più alto nella partecipazione ai bandi pubblici, sviluppare progetti più ambiziosi, intraprendere percorsi più difficili da affrontare da soli, insomma creare quella massa critica in grado di attirare nuovi buyer e agire sui mercati più interessanti. Modart non è un punto di arrivo, ma il punto di partenza di un nuovo modo di fare impresa nel Fermano».

Previous Story

ISTAT: anche in dicembre sale l'indice di fiducia delle imprese edili e manifatturiere

Next Story

CCIAA MONZA: il volto dell'artigianato cambia con la “carica” dei makers innovativi

Latest from Percorsi d'eccellenza