Dalla Brianza agli Usa con un nuovo impianto produttivo da 9 milioni di dollari

RONCELLO – Flame Spray sbarca in America con un investimento da 9,2 milioni di dollari: l’azienda brianzola, fondata nel ’69 da Edoardo Prosperini e giunta oggi a un fatturato di oltre 40 milioni di euro (in crescita dal 2010), ha inaugurato lo scorso 4 novembre un nuovo insediamento industriale nell’area di Fountain Inn, nello stato della Carolina del Sud. Situato nei pressi della I-385, lo stabilimento Flame Spray è la prima sede americana dell’azienda italiana che si occupa di rivestimenti tecnologicamente avanzati per i metalli nei settori dell’energia, dei trasporti e della comunicazione. L’area di Fountain Inn è stata scelta in quanto posizione strategica per il business di Flame Spray – centrato su rivestimenti e processi thermal spray – grazie alla presenza di molte aziende dei settori energy e automotive. «Probabilmente non molti sanno che molti gesti che compiamo ogni giorno come accendere la luce, leggere un giornale o volare su un aereo sono il frutto di sistemi complessi a cui Flame Spray ha dato il suo contributo tecnologico», ha affermato Marco Prosperini, direttore generale di Flame Spray Spa e presidente e ceo di Flame Spray North America. Al momento, nel nuovo insediamento certificato Iso 9001 lavorano circa 20 persone ma altre 30 sono in fase di assunzione. Flame Spray è stata la prima azienda italiana a sviluppare rivestimenti e processi Thermal Spray. Oggi è un punto di riferimento internazionale per le applicazioni in diversi comparti quali l’energia, la siderurgia, i trasporti e la carta. Nei suoi quarant’anni anni di attività Flame Spray ha consolidato il suo know how nel polo produttivo e di ricerca di Roncello e nei centri di eccellenza Montefino, Szada (Ungheria) e Vara?din (Croazia). Ora anche in America.

Previous Story

BANDO COMUNICAZIONE DIGITALE: le micro e pmi lombarde finanziate al 50% per progetti e servizi web di comunicazione e marketing

Next Story

Una lezione di prova gratuita al master per piccoli e medi imprenditori

Latest from Mercati esteri