DOTE IMPRESA: pronti i voucher della Regione Lombardia per la formazione dell’imprenditore

Obiettivo dell’intervento è sostenere il riposizionamento competitivo delle micro e piccole imprese lombarde mediante l’attivazione di interventi formativi personalizzati per il consolidamento delle competenze degli imprenditori (http://www.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Attivita&childpagename=Imprese%2FWrapperBandiLayout&cid=1213523551085&p=1213523551085&packedargs=menu-to-render%3D1194454819545&pagename=MPRSWrapper)

L’iniziativa riguarda tutti i settori produttivi escluse le aziende appartenenti ai settori esclusi dal Regolamento (CE) n. 1998/2006 relativo all’applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d’importanza minore («de minimis»).

Destinatari: Possono accedere alla dote gli imprenditori ( e i suoi collaboratori o coadiuvanti nel caso di impresa familiare o commerciale) titolari di micro e piccole imprese (da 0 a 49 dipendenti) con sede operativa in Lombardia e costituite da almeno 6 mesi prima della data di approvazione del presente avviso, fatta eccezione che per le neo imprese rilevate o costituite da lavoratori provenienti da situazioni di crisi aziendali, costituite anteriormente alla data di approvazione del presente avviso.

Soggetti coinvolti: Possono erogare la formazione gli operatori accreditati ai servizi formativi, università e consorzi universitari o altre istituzioni formative che hanno nel proprio statuto la formazione come attività prevalente e sono in possesso della certificazione UNI EN ISO 9001:2008, settore EA37.

Caratteristiche della dote: La dote è fruita attraverso lo strumento del voucher aziendale, che è assegnato all’azienda per la formazione dell’imprenditore ed, eventualmente, dei suoi collaboratori per la fruizione di servizi formativi che possono colmare i bisogni di maggiore competitività dell’azienda. La dote aziendale prevede il riconoscimento dei soli costi di frequenza alle attività formative fino all’70% della spesa sostenuta e, comunque, fino all’importo massimo di ? 5.000,00. L’IVA detraibile da parte dell’impresa non può essere rimborsata e non può rappresentare un costo ammissibile; il contributo è erogato in regime de minimis, ex Regolamento (CE) n. 1998/06.

Presentazione della domanda: La domanda di dote aziendale può essere presentata, a partire dalle ore 12 del 24 maggio 2012 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili, mediante il sistema informativo Gefo dall’imprenditore che:

? dichiara il possesso dei requisiti previsti;

? esplicita il valore della dote aziendale richiesta;

? effettua la propria dichiarazione sugli aiuti di stato;

? dichiara di aver apposto marca da bollo di euro 14,62 su copia della domanda conservata agli atti. A seguito del ricevimento della domanda di dote, corredata di tutti i dati e allegati richiesti (domanda e informazioni allegate trasmessi tramite GEFO), Regione Lombardia provvederà a verificare le informazioni ricevute ai fini della successiva assegnazione del voucher.

A seguito della ricezione della comunicazione di accettazione della dote, l’imprenditore si attiva con l’ente formatore per fruire del percorso formativo scelto (che dovranno concludersi entro il 31 maggio 2013).

Liquidazione e pagamento della dote: Ai fini del rimborso l’imprenditore deve presentare a Regione entro 60 giorni dalla chiusura delle attività e comunque entro il 31 agosto 2013, mediante il sistema informativo Gefo:

? domanda di liquidazione per l’importo della dote aziendale assegnata;

? fatture quietanzate emesse dall’organismo di formazione e intestate all’azienda per i corsi fruiti;

? copia di estratto conto o bonifico a prova dell’avvenuto pagamento (che potrà avvenire solo tramite bonifico);

? attestati di partecipazione che certifichino la frequenza, riportanti i dati identificativi del partecipante, il titolo del corso con la relativa durata, l’organismo di formazione, la sede e il periodo di svolgimento.

Informazioni: Per qualsiasi chiarimento o informazione è possibile rivolgersi alla U.O. Lavoro

D.G. Occupazione e politiche del lavoro (doteimprenditori@regione.lombardia.it).

Previous Story

Se la crisi «morde», bisogna reingegnerizzare i processi produttivi

Next Story

CHIMICA LOMBARDA: un mercato di 3mila imprese che cresce del 6,7%

Latest from Finanziamenti