FONDAZIONE POLITECNICO: risparmiano tempo (e soldi) le microimprese che passano alla digitalizzazione

Per una microimpresa con meno di 10 addetti, il passaggio al digitale porta  risparmi di tempo medi variabili da 6 a 70 ore mensili, oltre a una sensibile maggiore disponibilità e affidabilità delle informazioni digitalizzate. E’ quanto ha misurato l’analisi della Fondazione Politecnico di Milano nell’ambito del progetto “Digilavorando – Cresco in Digitale” di Epson. L’introduzione delle tecnologie di digitalizzazione, cioè di acquisizione tramite scanner e successiva archiviazione sul computer dei documenti cartacei come fatture, bolle, preventivi, disegni, progetti eccetera, ha avuto un impatto positivo su molti processi, anche semplici come la gestione dell’archivio, che finora il campione di microimprese selezionate (studi professionali, attività commerciali, artigiani) aveva sempre gestito in modo tradizionale. Dall’analisi emerge come, nel caso di processi semplificati e ad alta ripetitività, il risparmio di tempo ottenuto grazie alla maggiore velocità di accesso ai dati, alla grande facilità d’uso e alla maggiore sicurezza delle informazioni, rappresentino i vantaggi principali per le microimprese. Da una valutazione effettuata nell’arco di 60 giorni, su un insieme di casi rappresentativi, Fondazione Politecnico di Milano ha ottenuto una serie di dati significativi per individuare e quantificare il risparmio e i vantaggi portati dalle tecnologie digitali. Data l’eterogeneità dei processi aziendali e delle differenti modalità di lavoro delle imprese, i risultati sono rappresentati nei grafici seguenti evidenziando, in una situazione “normale” di gestione dei documenti cartacei, il caso migliore e quello peggiore. In particolare emerge come, in funzione del volume dei documenti gestiti ogni mese, sia possibile risparmiare grazie al digitale, da circa 6 fino a 70 ore mensili, e quindi poter dedicare da una a otto giornate di lavoro alle altre attività aziendali. Non è tutto. Dall’analisi  emerge infatti come, accanto alla velocizzazione e snellimento delle pratiche di gestione e archiviazione dei documenti, si assista anche a un miglioramento dell’usabilità, reperibilità veloce e sicurezza nella gestione dei  documenti.

Previous Story

Forgiato a Brescia lo chassis d’alluminio per il super pc delle università italiane

Next Story

Punta al brand personalizzato il fornitore di componenti per l’industria

Latest from Ufficio studi