I tessuti 3D portano l’innovazione italiana del tessile sul mercato mondiale

COSTA MASNAGA – In un periodo nel quale tante aziende sembrano ancora soffrire gli strascichi di una crisi forse mai veramente finita, arriva dal lecchese uno sprazzo di positività. È la Gaetano Rossini a confermarlo. Un’azienda nata più di mezzo secolo che fa che, dopo aver vissuto un periodo di freno all’inizio degli anni duemila, è riuscita perfettamente a rinascere, rimettendosi in gioco e innovandosi. Tra le prime a specializzarsi nella produzione di tessuti tridimensionali, oggi l’azienda riesce a portare tutto il suo genio e la sua creatività in innumerevoli settori: dalla moda al medicale, dall’arredamento al settore dell’automotive. Negli ultimi anni l’azienda ha toccato con mano i risultati positivi registrati a seguito delle scelte intraprendenti fatte in passato, tanto che oggi è di nuovo protagonista delle più importanti fiere di settore: Heimtextil, la fiera di Francoforte che riunisce da sempre, a livello internazionale, i più importanti esponenti del settore tessile legato all’arredamento. «La Gaetano Rossini sarà presente a metà gennaio nel corner dedicato alle eccellenze made in Italy e, per l’occasione, accompagnerà il visitatore in un momento esperienziale, costellato lavorazioni avanguardistiche, adatte a fondersi in applicazioni impensabili, creazioni esclusive, nate a seguito degli studi portati avanti in termini di ricerca e sviluppo, sia individualmente che in collaborazione con partner specializzati nella realizzazione di nanotecnologie», ha dichiarato Emiliano Rossini, portavoce della quarta generazione aziendale.

Previous Story

I dodici cugini che hanno rilanciato la produzione delle tecnologie per l’asfalto

Next Story

Da VoxFabrica gli auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo per il bene degli imprenditori e dei lavoratori

Latest from Mercati esteri