Il “made in Italy” dei battelli di soccorso sfilerà alla parata del 14 luglio

MEDESANO – Ci sarà un po’ d’Italia, quella che lavora e produce innovazione,? in occasione della parata militare del 14 luglio a Parigi: la festa nazionale, che celebra dal 1789 la presa della Bastiglia, è ogni anno l’occasione di una grande sfilata militare sugli Champs-Elysées alla presenza del presidente della Repubblica e di tutti i corpi costituiti. E proprio alla spettacolare parata prenderanno parte anche i battelli da lavoro Stem Jet 730 Rescue con propulsione a idrogetto progettati e prodotti dalla parmense Stem, scelti dai Sapeurs Pompiers (Vigili del Fuoco) della capitale francese per le operazioni di soccorso sulla Senna. «Siamo molto orgogliosi di poter mostrare i nostri battelli – ha commentato Ezio Menna, fondatore della Stem nell’86 e oggi alla guida di un’impresa che occupa una quarantina di addetti ed esporta il 75% del fatturato – in occasione della festa nazionale della Francia, così come ci ha rallegrato la decisione dei Vigili del Fuoco di Parigi di aver scelto i nostri mezzi da lavoro tra i tanti che gli sono stati proposti. Pensiamo in questo modo di rappresentare la nostra azienda ma anche le tante realtà imprenditoriali italiane che esportano know how, qualità ed eccellenza in tutto il mondo e sconfiggono la crisi con prodotti e tecnologie esclusive e all’avanguardia». La specifica linea di prodotti Stem Marine, di cui fanno parte i modelli che sfileranno a Parigi, comprende battelli da lavoro riservati a personale impegnato in attività di soccorso, antincendio e pattugliamento (Fire and Rescue) quali Guardia Costiera, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco. Questa linea di prodotti è stata fortemente voluta da Ezio Menna, progettista da sempre animato dalla passione per il mondo del mare e per lo sviluppo di sistemi legati alla nautica e al settore del soccorso e della gestione incendi, che aveva iniziato la sua attività imprenditoriale specializzandosi nella produzione di supporti ammortizzati per barelle da installare sulle ambulanze. Oggi l’intera produzione Stem, ben posizionata sui mercati europei e pronta a conquistare nuovi mercati extraeuropei, si sviluppa nel nuovo stabilimento di Medesano, su un’area coperta di 5.300 metri quadrati.

Previous Story

Amministratrici e imprenditrici celebrano l’8 marzo sfidando la crisi

Next Story

Dopo l’India c’è il mercato australiano per le cucine di design milanesi

Latest from Segnali di ripresa