L’aerospaziale canadese cerca fornitori e partner tra le pmi italiane

ROMA – Una missione in Italia di operatori canadesi per rafforzare i rapporti bilaterali e per favorire lo scambio commerciale e il confronto tecnico-scientifico tra Canada e Italia, Paesi che hanno conosciuto negli ultimi anni un significativo sviluppo e sono sempre più spesso partner nel settore aerospaziale. Quattro giorni, dal 19 al 22 marzo, caratterizzati da una fitta serie di incontri, con visite programmate presso importanti centri di ricerca e stabilimenti aerospaziali italiani, organizzate dall’Ambasciata del Canada in collaborazione con Servizio Internazionalizzazione della Regione Puglia, Distretto aerospaziale pugliese (Dap), Sprint Puglia, Regione Piemonte, Camera di commercio di Torino e Ceipiemonte. Ad accompagnare la delegazione canadese, composta da aziende, università e consorzi di ricerca (Alphacasting, Air Canada, Asco Aerospace Canada, Composites Atlantic, Consortium for Research and Innovation in Aerospace di Québec, Greater Toronto Marketing Alliance, Magellan Aerospace Corporation, Samuel Aerospace Metals e l’University of Toronto), saranno l’Ambasciatore del Canada in Italia James A. Fox e il ministro consigliere Emmanuel Kamarianakis. Ai canadesi verrà offerta la possibilità di presentare le proprie aree di eccellenza con focus sulle tematiche “green” aerospaziali – ovvero tutti quei sistemi e produzioni che rendono il settore più eco-sostenibile – e stringere importanti relazioni di natura economica, scientifica e di ricerca nel settore aerospaziale con i loro omologhi presso i distretti aerospaziali in Puglia e Piemonte. Il settore aerospaziale in Canada ricopre un ruolo d’importanza strategica e contribuisce grandemente all’economia del Paese in termini di impiego, innovazione, pil e scambi di commercio internazionale. Con un fatturato che aggira intorno ai 22 miliardi di dollari canadesi annui (16,5 miliardi di euro) e una forza di lavoro di circa 90mila dipendenti presso oltre 700 imprese, il Canada è al quinto posto a livello mondiale in questo settore e conta tra le sue industrie più importanti nomi di grande rilievo come Bombardier Aerospace, Mda, Cae (importante partner di Alitalia nel settore di simulazione per l’addestramento dei piloti) e Pratt & Whitney Canada (partner di Avio nel settore delle turbine). Nello specifico, il Canada è un leader globale nei settori dei jet regionali e di business, nelle turbine a gas, nella simulazione del volo e nei carrelli di atterraggio; di spicco anche il settore dei velivoli anti-incendio – con il famoso Canadair CL-415 prodotto da Bombardier Amphibious che ha in Italia il suo principale mercato. L’iniziativa fa seguito a precedenti missioni di collaborazione Canada-Italia in questo settore e precede Aeromart Montréal, un evento di networking internazionale con focus sul settore aerospaziale organizzato dalla BCI Aerospace (www.bciaerospace.com), che si terrà a Montréal dal 2 al 25 aprile prossimi.

Previous Story

Amministratrici e imprenditrici celebrano l'8 marzo sfidando la crisi

Next Story

Dopo l'India c'è il mercato australiano per le cucine di design milanesi