Raddoppia l’area produttiva la specialista del gluten free “made in Italy”

CASOREZZO – A distanza di quattro anni esatti dalla inaugurazione del sito produttivo di Casorezzo, la specialista del “gluten free” Farmo Spa posa la prima pietra del secondo stabilimento, che porterà entro dodici mesi la superficie produttiva coperta a oltre 10mila metri quadrati, in aggiunta alla storica fabbrica della pasta situata a Lavezzola (Ravenna). «Il nuovo impianto aumenterà la nostra capacità produttiva nel settore dei prodotti senza glutine, per venire incontro alla domanda crescente sia in Europa sia nei mercati internazionali», ha dichiarato Remo Giai, presidente di Farmo Spa. Con una storia nelle produzioni alimentari iniziata nel 1922, l’azienda di Casorezzo è un leader mondiale nella produzione dei prodotti senza glutine e una delle poche società al mondo a produrre direttamente l’intera gamma dei prodotti differenziati nelle tre categorie principali: pasta, prodotti da forno e mix di farine speciali. «La chiave del nostro successo è la forte e costante specializzazione nella ricerca & sviluppo, nelle basi scientifiche del nostro lavoro e nel controllo totale della qualità produttiva. Questa mission rende i nostri prodotti ricercati  da tutti i consumatori e non solo da soggetti con problemi di intolleranza al glutine. Di fatto, c’è una forte componente di pionierismo nella nostra mission: spesso non ci sono competenze specifiche in questo ambito industriale, così le dobbiamo formare noi». Un successo in formato esportazione, vista la crescente affermazione dei prodotti Farmo sul mercato statunitense, dove sono molto apprezzati l’immagine e il gusto dei prodotti autenticamente italiani. «Oggi gli Stati Uniti – dove collaboriamo attivamente con il Dipartimento dell’Università di Chicago che si occupa di celiachia –  rappresentano il mercato estero più importante per il nostro export, che oramai ha raggiunto il 40% del fatturato». E fornisce un’ulteriore evidenza dell’eccellenza del made in Italy in campo agroalimentare.

Previous Story

La salute e la bellezza dei capelli in un soffio caldo di tecnologia italiana

Next Story

Quando l’italianità del gusto nasce nella “fabbrica” degli aromi

Latest from Percorsi d'eccellenza