Studenti di quattro regioni a “scuola d’azienda” per conoscere l’aerospaziale

TORINO – Alenia Aermacchi  lancia il nuovo progetto “A Scuola d’Azienda”, un’iniziativa che vedrà coinvolti alcuni studenti di istituti tecnici superiori delle Regioni dove Alenia Aermacchi è presente con i propri insediamenti produttivi: Campania, Lombardia, Piemonte e Puglia. A fine 2013 scorso sono state sottoscritte le convenzioni con gli istituti tecnici che consentiranno, al termine dell’anno scolastico, agli studenti del III e IV anno di avere l’opportunità di trascorre sei settimane in uno degli stabilimenti di Alenia Aermacchi della loro Regione. Lo scopo è svolgere un tirocinio formativo che si inserisce quale progetto specifico nel quadro più ampio di applicazione di quanto previsto dal Decreto Legge n. 104 del 12 settembre 2013. Per i vertici di Alenia Aermacchi «l’alternanza scuola-lavoro contribuisce all’integrazione tra i sistemi dell’istruzione, della formazione e del lavoro, facendo leva su di una sempre più stretta collaborazione tra i diversi ambiti. Questa iniziativa è un primo, efficace esempio di attività rivolta a trasformare un determinato territorio, nel caso specifico una Regione, in un vero e proprio Learning District, in cui le persone che fanno parte dei più diversi soggetti coinvolti possano, attraverso interventi strutturati e non più episodici, sviluppare le proprie competenze professionali e le performance produttive in modo integrato. In particolare, i giovani studenti avranno la possibilità di affiancare al percorso formativo scolastico un’esperienza di apprendimento dei cosiddetti “strumenti del mestiere” all’interno del concreto ambiente lavorativo aziendale. Per loro il progetto rappresenta un’opportunità di crescita e di primo contatto con il mondo del lavoro, mentre per l’azienda si tratta di investire in modo concreto sulle future generazioni e sul capitale umano. Nel caso di Alenia Aermacchi, poi, ciò assume un valore ancor più rilevante, dal momento che la nostra è un’azienda i cui dipendenti sono caratterizzati da un elevato livello medio di scolarizzazione». Ogni sito produttivo dell’azienda del gruppo Finmeccanica ospiterà quindici studenti selezionati direttamente dai rispettivi istituti in base a criteri di merito e dimostrata attitudine a lavorare in aree di produzione, oltre che alla luce dei risultati scolastici ottenuti nell’ultimo anno scolastico. In azienda gli studenti saranno affiancati da tutor, che li assisteranno in tutte le fasi di sviluppo del progetto per garantire il raggiungimento dei risultati di apprendimento programmati; inoltre, ogni studente percepirà un compenso netto di 300 euro a titolo di rimborso per le spese sostenute.

Previous Story

ANTAL: Migliora il mercato italiano, in crescita le assunzioni di manager e impiegati

Next Story

Logistica multimediale per esportare minuteria sul mercato tedesco

Latest from Capitali umani