Tachigrafo italiano sui camion turchi, grazie all’Enterprise Europe Network

VERONA – L’Enterprise Europe Network (la rete di centri di ricerca, enti di trasferimento tecnologico e imprese attiva in più di 50 Paesi) ha colpito ancora: per l’adeguamento alle nuove normative riguardanti il tachigrafo digitale, lo strumento che controlla i tempi di guida e di riposo dei camionisti, ha generato un’opportunità di contatto e di business tra la società veronese Infogestweb e la turca BB Servis Ekipmanları. Lo racconta l’ingegner Marco Gorini, responsabile dei servizi di trasferimento tecnologico presso Veneto Innovazione, referente per l’Italia dell’Een. “La Infogestweb opera nel campo informatico e della stampa digitale. Negli ultimi anni ha sviluppato Golia, un’infrastruttura tecnologica in grado di gestire i dati forniti dai tachigrafi analogici e digitali. Golia è strategica in applicazioni real time per la prevenzione delle infrazioni, comunicando rapidamente con le attrezzature in remoto installate a bordo di camion o di pullman”. Claudio Carrano, proprietario di Infogestweb, si era messo in contatto con Veneto Innovazione per promuovere la sua piattaforma. Inserita nella rete Een, la proposta ha richiamato l’attenzione di Bilal Yesil, titolare della BB Servis Ekipmanları, una società turca produttrice di apparecchiature per il settore automobilistico e le carrozzerie, come tester per freni, sistemi di convergenza ruote, smontagomme, elevatori, macchine equilibratrici, idropulitrici, martinetti. A seguito delle novità legislative, la BB Servis Ekipmanları si è focalizzata sui dispositivi per il download dei dati da tachigrafo e software di analisi: quando Yesil ha letto la notizia dell’offerta tecnologica intitolata “Tachigrafo: analisi dei dati e prevenzione delle infrazioni”, ha chiesto di essere messo in contatto con l’imprenditore italiano per approfondire le opportunità di collaborazione. Assistite dai referenti locali dell’Een, l’azienda italiana e quella turca raggiunto un accordo di partnership per l’adozione della tecnologia veneta sul mercato turco. “Enterprise Europe Network – ha commentato Bilal Yesil – ci ha dato l’opportunità di incontrare un partner veramente interessante e propositivo, strategico per affrontare un nuovo mercato con idee utili e un’ottima conoscenza necessaria per implementare una versione vincente e adatta alle nostre tecnologie. L’applicazione della tecnologia italiana sosterrà l’attuazione e l’armonizzazione delle legislazioni europea e turca relative al trasporto stradale internazionale, garantendo la sicurezza dei lavoratori e la competitività delle imprese”.

 

Previous Story

Con la certificazione BBB «sfonda» in America e in Africa

Next Story

FederlegnoArredo-Anie: alleanza per migliorare la produzione industriale

Latest from Mercati esteri