Viaggio in 3D tra le eccellenze produttive del territorio padovano

PADOVA – Una suggestiva “living experience” per far toccare con mano i giacimenti di inventiva, innovazione e saper fare racchiusi nelle produzioni padovane. Un viaggio virtuale in 3D alla scoperta del senso estetico e funzionale dei prodotti ad alto contenuto di design. È questo Made in Padova virtual experience, ovvero il Museo virtuale del designed e produced in Padova, l’innovativa proposta del progetto di Confindustria Padova, realizzato con il contributo della Camera di commercio e la collaborazione di Upa, Cna, Pst Galileo e Scuola Italiana Design, per valorizzare i tratti distintivi del Paduan Style e promuoverli in Italia e all’estero. Made in Padova virtual experience è un grande archivio on line a portata di click per un’esperienza virtuale del genius loci: filmati in 3D, interviste, descrizioni di prodotti e servizi concepiti, disegnati e realizzati da imprese padovane industriali e dell’artigianato. Dal fashion al food, dall’arredamento alla meccanica, i prodotti di design made in Padova sono ora a disposizione degli internauti, “esposti” in uno spazio virtuale ambientato nel piano sotterraneo della Camera di Commercio. Una showroom digitale per promuovere il brand Padova e le sue produzioni in Italia e all’estero, in occasione di missioni internazionali, fiere ed eventi, incoming di buyers. A cominciare da Expo 2015. La visita virtuale è disponibile sul sito www.madeinpadova.it, interamente rinnovato e concepito come la piattaforma di un piano organico di marketing territoriale che, dalle filiere al web, consente di visitare i luoghi della produzione, avere un’esperienza dei prodotti, conoscere i protagonisti. All’esperienza digitale, utilizzabile negli allestimenti fieristici, si accompagna la proposta innovativa di turismo industriale attraverso i luoghi della produzione. Nel sito sono illustrati quattro itinerari industriali nell’interior, food, fashion e technology design. Sono già georeferenziate 32 eccellenze produttive selezionate in cinque anni da Made in Padova. I visitatori interessati, potenziali partner e buyers, turisti e stampa specializzata, scuole troveranno on line le informazioni dettagliate sulle aziende pronte ad aprire le porte o già sedi di musei d’impresa. «I dati tendenziali di luglio sugli ordinativi mostrano segnali di risveglio per i settori bandiera del made in Italy: tessile-abbigliamento (+10,8%), legno-arredo (+3,4%) e meccanica (+1,1%)», sottolinea Rodolfo Cetera, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Padova. «Settori nei quali il tessuto produttivo padovano vanta eccellenze che possono fare da traino. Dalla moda all’agroalimentare, alla meccanica, la straordinaria cultura d’impresa delle nostre aziende è testimonial di qualità sui mercati. Da qui l’idea di valorizzarla con una comunicazione multimediale suggestiva ed efficace e, per la prima volta, con itinerari di turismo industriale».

Previous Story

Progetto Campus: al via il premio che promuove il talento dei laureati

Next Story

Piccole eccellenze lombarde protagoniste in televisione con VoxFabrica.it