Ad Abbiategrasso il polo mondiale per la schiumatura isolante

ABBIATEGRASSO – Come ce l’hanno fatta? Per quale ragione due tecnici abbiatensi sono stati scelti dal colosso mondiale delle presse a iniezione termoplastica e degli estrusori per grosse condutture, la tedesca Krauss Maffei Technology, per costituire il competence centre internazionale nel settore dell’isolamento poliuretanico per l’industria frigorifera? «Hanno investito su di noi per sfruttare la spiccata vocazione manifatturiera del nostro territorio nell’ambito della schiumatura isolante per gli apparecchi di refrigerazione», chiarisce Gabriele Amodeo, fondatore e general manager della Krauss Maffei Italiana insieme al responsabile commerciale Gianmario Rossi. Oggi l’azienda abbiatense occupa una quarantina di addetti e registra un fatturato annuo di circa 15 milioni di euro, lavorando sul mercato mondiale – dagli Stati Uniti al Brasile, dalla Cina all’India – come una piccola ma agguerrita impresa globalizzata. Tra la sua clientela i grossi nomi del «bianco», come Electrolux, Bosch-Siemens, Whirpool, Samsung, oltre a diverse aziende cinesi che stanno invadendo di elettrodomestici le nostre case. «Le caratteristiche chimico-fisiche del poliuretano sono differenti a seconda dei settori d’impiego», spiega Amodeo. «Noi studiamo la soluzione impiantistica più adatta per il contenimento della schiuma in una struttura dimensionata ad hoc, quella che serve poi per dare forma al frigorifero. In sostanza, acquistiamo la tecnologia dalla casa-madre tedesca, la abbiniamo ai nostri impianti e la vendiamo in tutto il mondo». Insomma, ogni volta che si apre il frigorifero di casa, si può pensare a quanta ricerca, inventiva e affidabilità italiana ci sia «dietro» i più quotati marchi stranieri.

Previous Story

Una termocoperta high tech per il Duomo di Milano

Next Story

8 marzo in bianco e nero: storia di un’imprenditrice che lotta per salvare la sua azienda

Latest from Mercati esteri