La cogenerazione al servizio della miglior produzione agroalimentare italiana

ORZINUOVI – Nuova sinergia tra il Gruppo AB e il settore dell’agroalimentare italiano: la cogenerazione entra in casa Orogel, realtà di eccellenza nel mercato food in Italia, costituita da 2mila soci produttori che coltivano i terreni più vocati per offrire la migliore varietà di prodotti ortofrutticoli freschi, surgelati e confetture. La società bresciana, leader europeo del settore della cogenerazione, ha infatti installato due impianti Ecomax® 20ngs nello stabilimento Orogel di Cesena,  dove si produce un quarto dei prodotti vegetali del nostro Paese. I due impianti a gas naturale, con una potenza elettrica di 4 megawatt, assicurano la copertura del 70% circa di fabbisogno elettrico e il 65/70% del fabbisogno termico dello stabilimento romagnolo. L’assetto dell’impianto scelto massimizza l’utilizzo delle produzioni che sono variabili, essendo legate alla stagionalità e alla disponibilità di prodotto dell’industria alimentare. I volumi attesi per quanto riguarda l’energia elettrica prodotta sono di circa 21mila megawatt ora all’anno, con un recupero termico di circa 12.500 megawatt ora. Il risparmio annuo è di circa 1 milione e 200 mila metri cubi di gas pari a 2.300 tonnellate di CO2, 1.600 chilogrammi di CO e 3.700 chilogrammi di NOx  di emissioni evitate nell’ ambiente. Il percorso intrapreso da Orogel con il Gruppo AB nello stabilimento di Cesena è un ulteriore passo dell’azienda romagnola in direzione dell’autoproduzione, dell’efficienza energetica e della ricerca di alti standard tecnologici. Per il gruppo bresciano, l’installazione realizzata a Cesena arricchisce un “portfolio” di referenze che comprende oltre 800 impianti avviati per un totale di  potenza elettrica nominale che supera i 1.100 megawatt. Negli ultimi anni la capacità produttiva è quadruplicata e il numero di dipendenti ha superato le 500 unità. AB è oggi presente con filiali dirette in Polonia, Serbia, Croazia, Spagna, Romania, Repubblica Ceca, Austria, Brasile, Paesi Bassi, Olanda e Canada.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*