Con un piano da 280 milioni al via in Italia il primo polo europeo dell’incasso

COMERIO – Si è chiusa con successo la prima fase pilota della produzione dei forni a microonde da incasso nel primo hub dell’elettrodomestico da incasso di Whirlpool, durante la quale si sono accertate le conformità del prodotto e del processo produttivo. Prosegue dunque il piano di investimenti di 280 milioni di euro nato in seguito all’accordo raggiunto a fine marzo da Whirlpool con le rappresentanze sindacali svedesi per la chiusura dello stabilimento di Norrkoeping e lo spostamento delle produzioni in Italia, finalizzato a rilanciare la competitività dei prodotti da incasso nell’area Emea. La road map prevede a metà luglio una seconda fase pilota ed entro la fine di agosto la messa in produzione dei forni destinati al mercato, prevista a regime entro il quarto trimestre del 2014. «Gli eccellenti risultati riscontrati in questa prima fase di lavoro ci danno conferma che tutto procede secondo i piani», ha dichiarato Davide Castiglioni, amministratore delegato di Whirlpool Europe. «Il consolidamento della produzione nel primo polo europeo dell’elettrodomestico da incasso è un punto centrale nel percorso di rilancio della competitività di un segmento strategico del nostro business in tutta l’area Emea». Infine, confermando gli investimenti in innovazione, risorse umane e formazione, Castiglioni ha aggiunto: «Con l’arrivo dei microonde si completa la creazione dell’ hub built-in e questo consente il completo riassorbimento degli esuberi sullo stabilimento di Cassinetta».

Previous Story

Dai vivai italiani migliaia di alberi, piante e arbusti per il paesaggio green

Next Story

Parlerà tedesco lo sviluppo del consorzio specializzato nella metallizzazione

Latest from Segnali di ripresa