Dal Veneto ai mercati esteri con il “managerattivo” per esportare eccellenza

MONTEGROTTO TERME – Metti un manager a tempo in una piccola impresa e fai partire un nuovo business, con l’obiettivo di esportare l’eccellenza della produzione enogastronomica tipica italiana su nuovi mercati: è il messaggio che giunge dal Veneto, dove il progetto “ManagerInImpresa” di Cfmt Managerattivo, voluto da Confcommercio e Manageritalia, ha già coinvolto una decina di pmi affiancando all’imprenditore la consulenza di professionisti con competenze elevate e certificate. Tra le esperienza in corso quella di Zaino Foodservice, l’azienda padovana fondata nell’82 da Italo Zaino, guidata dai figli Rocco e Gianni e attiva nell’ambito della ristorazione collettiva, dove occupa 50 dipendenti e 25 agenti per un fatturato annuo di 20 milioni di euro. «Oggi Zaino Foodservice è un punto di riferimento eccellente per tutti gli esercizi di ristorazione operanti nel territorio del nord est italiano», spiega l’amministratore Rocco Zaino. «La consapevolezza del nostro know how e la forte attrattiva del “made in Italy” agroalimentare suo consumatori esteri ci ha così spinto a sviluppare la nostra strategia di internazionalizzazione, cominciando a definire un piano di esportazioni delle specialità food & beverage che già distribuiamo sul mercato italiano». Rispetto a tale esigenza è stato tracciato il profilo del manager ideale da affiancare all’azienda in questa impresa e in grado di contribuire fattivamente all’ideazione e realizzazione del piano di intervento. Dopo un periodo formativo è stato scelto Raffaele Ciardulli, ex-dirigente con oltre vent’anni di esperienza e con una solida professionalità, in particolare nell’ambito dell’export di grandi aziende italiane. Tra i punti cardine del progetto approvato da Zaino Foodservice, che il manager sta conducendo: la definizione del modello operativo (assortimento, attori, processi, pricing), l’individuazione dei mercati esteri e dei relativi segmenti di clienti, l’impostazione del brand e la relativa value proposition, la costruzione di un piano di comunicazione e web marketing innovativo, l’esecuzione della strategia. Il progetto ha preso avvio dallo scorso marzo; l’attività prevede la presenza in azienda del manager per due giorni alla settimana per sei mesi, fino al raggiungimento degli obiettivi concordati.

Previous Story

INDICE IFIIT: si consolida il ritorno di fiducia per gli investimenti in innovazione tecnologica

Next Story

Assegnato il Good Energy Award 2013 alle eccellenze italiane dell’industria green

Latest from Percorsi d'eccellenza