Dalle pampas tango, percussionisti e il goloso dulce de leche

MILANO – Esibizioni di tango, spettacoli di percussionisti e degustazioni del goloso dulce de leche hanno caratterizzato i festeggiamenti per il National Day dell’Argentina, al quale hanno presenziato, tra gli altri, il Commissario generale di Expo Milano 2015, Bruno Antonio Pasquino, e il vicecommissario del Padiglione del Paese sudamericano e direttore nazionale di promozione economica internazionale del ministero degli Affari Esteri della Repubblica Argentina, Martìn Lettieri. Nel suo discorso introduttivo, Pasquino ha voluto ricordare il legame profondo che lega l’Italia e l’Argentina, «per i nostri connazionali una terra mitica, un Paese lontano ma dove poter realizzare i propri sogni. Oggi possiamo parlare di una super potenza agricola che sta interpretando al meglio le tematiche legate all’Esposizione universale». «Pur essendo una nazione giovane, siamo riusciti a costruire un’identità solida e riconosciuta nel mondo», ha sottolineato Lettieri. «La nostra presenza a Expo Milano 2015 si sta rivelando un vero successo, visto che nel primo mese il numero di visitatori ha raggiunto quota 160 mila, superando tre volte le nostre aspettative». Dopo la parte ufficiale, gli argentini hanno proposto ai visitatori alcune sorprese davvero gradite. A cominciare dall’esibizione, lungo il Decumano, del famoso gruppo di percussione El Choque Urbano, conquistando tutti con la dinamicità e l’allegria dei propri ritmi. La delegazione quindi ha fatto tappa al Padiglione dell’Argentina per un brindisi e un assaggio del dolce tradizionale, il dulce de leche, e anche per seguire lo spettacolo di tango di Alfredo Piro e la sua orchestra.

Previous Story

Nei “campi di idee” tedeschi si semina l’alimentazione sostenibile del futuro

Next Story

Alla conquista dell’Asia e dell’Africa con le zampe di pollo surgelate

Latest from Protagonisti