PAGE PERSONNEL: il futuro delle aziende è nel web, crescono gli specialisti per sviluppo e e-commerce

Consapevole che il futuro dell’imprenditoria è ormai inconcepibile senza Internet e tutto quello che comporta la rivoluzione digitale, Page Personnel ha svolto un’indagine sul mondo del lavoro nei settori “caldi” come web marketing, E-commerce, digital PR, social media, sviluppo app. In particolare, l’Osservatorio Italia 2013 di Page Personnel ha, a questo proposito, fornito i dati sui profili più ricercati e su quelli emergenti, mentre l’Osservatorio estero 2013 ha fornito una panoramica  puntuale sulle figure più richieste e sulle professionalità emergenti in Europa e nel resto del mondo, per concludere con l’analisi retributiva e l’immancabile confronto con l’estero. Per quanto riguarda i profili più richiesti, continua l’ascesa del Web Developer, che già nel 2012 attestava una crescita del 40% e arriva quest’anno al 45%, seguito dall’E-Commerce Specialist, che nel 2012 segnava il 16% ma arriva al 27% nel 2013. Notevolissima la crescita per il Media Consultant: dal 4% dell’anno scorso si giunge all’8% nel 2013, mentre il Graphic Designer passa dal 10 al 15%. Le professionalità emergenti nel 2013 sono invece: Mobile Developer, UI/UX Designer, Mobile ADV Specialist, Inventory Manager, RTB Specialist. Entrando nel dettaglio, il Mobile Developer si occupa della progettazione del design e dell’implementazione di applicazioni per dispositivi mobili (Smartphones/Tablet), dell’integrazione con i sistemi aziendali e di Web Applications. Il UI/ UX Designer ha una approfondita conoscenza dei principi di usabilità e accessibilità e si occupa della realizzazione di GUI su piattaforme web e mobile, del design delle interfacce e dell’interazione per prodotti e servizi digitali. Il Mobile ADV SPecialist è specializzato nei nuovi strumenti di marketing da applicare su M-Site e in-App, conosce le principali piattaforme orientate al mobile e ha ottime capacità analitiche delle performance. L’Inventory Manager si dedica all’analisi degli spazi invenduti, al calcolo del Break Even Point e all’allocazione degli spazi a seconda dell’obiettivo di performance. Infine, il RTB Specialist è altamente specializzato per bacini di utenza e per tipologia di advertising, agisce su piattaforme di aggregazione di volumi di inventory e ha una solida competenza per quanto riguarda le tecnologie e il mercato su cui agisce.

Previous Story

CONFIMI IMPRESA: sottoscritto con i sindacati il primo contratto nazionale per i metalmeccanici

Next Story

Viaggio in 3D tra le eccellenze produttive del territorio padovano

Latest from Ufficio studi