Quadri elettrici marchigiani per la nuova ferrovia degli Emirati Arabi

JESI – La marchigiana Imesa, azienda del Gruppo Schiavoni leader europeo delle costruzioni elettromeccaniche, si è aggiudicata la gara per la fornitura di quadri elettrici, per un valore di 1,7 milioni di euro, destinati ad alimentare la Shah – Habshan – Ruwais Railway, la linea ferroviaria di trasporto industriale in costruzione negli Emirati Arabi Uniti. «Questo importante risultato si inserisce nel percorso di potenziamento del nostro presidio a Dubai», ha commentato Giampiero Schiavoni, presidente e amministratore delegato di Imesa. «L’area del Golfo riveste per noi un interesse strategico, primariamente per il settore oil & gas ma anche sul fronte delle infrastrutture viarie, che rappresentano un nuovo e  promettente ambito di sviluppo per Imesa. La recente acquisizione di lavori per la nuova linea della Metro di Milano e questo ulteriore successo ci rafforzano come interlocutori di primo piano anche in questo campo». Imesa si è aggiudicata la gara internazionale indetta da Saipem Abu Dhabi Branch  grazie all’affidabilità della soluzione tecnica proposta. I quadri elettrici, infatti,  saranno dotati di compartimentazioni interne particolarmente complesse, che consentiranno di operare su una specifica parte del quadro lasciando in servizio il resto del sistema: una soluzione che garantisce la massima sicurezza degli operatori e, allo stesso tempo,  la continuità dell’alimentazione alla linea ferroviaria. La fornitura è composta nel dettaglio da 14 quadri di media tensione e di 14 pannelli per l’interfacciamento tra i quadri ed il sistema di supervisione.  La Shah – Habshan – Ruwais Railway è una infrastruttura di notevole importanza per gli Emirati: primo impianto del genere nel Paese del Golfo Persico, la linea consente di trasferire zolfo da Shah fino al porto di Habshan.

Previous Story

Piccole eccellenze lombarde protagoniste in televisione con VoxFabrica.it

Next Story

Per le guarnizioni delle auto l’innovazione ha la forma della schiuma a celle chiuse

Latest from Mercati esteri