Sei imprenditori dell’arredolegno e del design in cerca di mercato

PIANORO – Nel nome di una santa e sana alleanza tra emiliani, lombardi e veneti è nata un’originale esperienza di aggregazione: è Progetto Italia Group, una rete di sei piccole imprese attive da una ventina d’anni nei settori della progettazione e design, dell’arredamento, del contract e delle lavorazioni artigianali, che in primavera si sono unite per approcciare il mercato con un’immagine e una missione ben riconoscibili: «Spesso ci trovavamo a lavorare insieme sugli stessi clienti, così uno degli imprenditori ha proposto di costituire un gruppo per potersi presentare con maggior credibilità anche su progetti complessi. Siamo partiti con un concetto non nuovo ma sempre vincente: l’unione fa la forza», spiega Luciano Ginel, titolare della Punto di Isola Vela System, una delle società del raggruppamento, che comprende anche Nova Falegnameria, Fragi, Progetto Tre, Italfrigo e Pds Pubblicità. «Lavoriamo insieme su progetti che riguardano essenzialmente la progettazione e l’allestimento di uffici, banche, hotel ed esercizi commerciali. C’è chi progetta, chi produce i manufatti, chi installa gli impianti, chi coordina i lavori. Ci avvaliamo poi delle specifiche competenze interne al gruppo e anche di fornitori esterni per la falegnameria, i serramenti, i sistemi di climatizzazione, gli elementi espositori, la comunicazione visiva e tutto ciò che serve per completare una realizzazione». Con stabilimenti produttivi in Lombardia (per l’alluminio, il legno e il plexiglass) e in Veneto (per l’acciaio) e strutture di servizi nelle tre regioni, Progetto Group Italia ha come riferimento il mercato italiano, soprattutto nelle aree del nord produttivo. Ma in maggio il pool era presente a Lugano, alla fiera Start2Match, per cominciare a sondare le prospettive del ricco mercato elvetico: «La partecipazione al salone ticinese è servita per fare un’esperienza condivisa di affronto del mercato e di ottimizzazione dei costi di promozione, ma abbiamo l’ambizione, forti del messaggio legato allo stile e alla qualità dell’arredamento e del design “made in Italy”, di poter arrivare sui mercati esteri».

Previous Story

INDICE IFIIT: investimenti finalmente in ripresa, crescono all'estero le pmi globalizzate

Default thumbnail
Next Story

Unilever sceglie le carrozzerie refrigerate italiane per abbattere i consumi di CO2

Latest from Percorsi d'eccellenza