VENETO NANOTECH: 600mila euro a disposizione per creare due start up tecnologiche

Scade il 19 luglio il termine per presentare domanda di partecipazione all’ottava edizione di Nanochallenge & Polymerchallenge, business plan competition organizzata da Veneto Nanotech (Distretto veneto per le nanotecnologie), Imast (Distretto sull’ingegneria dei materiali polimerici e compositi e strutture) e Intesa Sanpaolo Startup Initiative. In palio due finanziamenti in seed da 300mila euro ciascuno, di cui 250mila a titolo di investimento e 50mila sotto forma di servizi e accesso alle infrastrutture messi a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo per la sezione nanomateriali e da Imast per la sezione materiali polimerici e compositi. Nanochallenge&Polymerchallenge è il concorso internazionale per idee di business basate sull’applicazione industriale delle nanotecnologie e dei materiali polimerici avanzati. Ideato per fare uscire dai laboratori di tutto il mondo i migliori progetti che hanno tutte le caratteristiche e potenzialità per tradursi in nuove aziende tecnologiche, e quindi in nuovi prodotti e servizi pronti per la produzione e la commercializzazione, deve il proprio successo alla crescente necessità di mettere in contatto il mondo della ricerca con le figure chiave del mercato tecnologico. Dal 2005 sono stati finanziati complessivamente 3,3 milioni di euro per la creazione di 11 start up, di cui 7 in Veneto e 4 in Campania. Indirettamente l’iniziativa ha raccolto quasi 250 proposte progettuali di cui ne sono state ammesse alla fase finale 87, contribuendo alla creazione di numerosi posti di lavoro.

Previous Story

E’ nata a Cinisello Balsamo la scoperta della «Particella di Dio»

Next Story

Dal fallimento alla rinascita: l’alleanza tra pmi e istituzioni salva il manifatturiero

Latest from Finanziamenti