Da Fimer e Fortech ricariche smart per veicoli elettrici

//

MONZA BRIANZA – Fimer, quarto produttore di inverter fotovoltaici al mondo e player di riferimento globale nella produzione di soluzioni di ricarica per il comparto e-mobility, e Fortech, azienda leader in Italia nella fornitura di servizi per gli impianti di distribuzione carburanti, annunciano di aver stretto una partnership che, nell’immediato, si traduce nel lancio di un’innovativa soluzione per la mobilità elettrica, nonché inedita per il mercato. Il nuovo prodotto, infatti, integra le soluzioni di ricarica in AC di Fimer per veicoli elettrici (in particolare Fimer Flexa Wallbox, dispositivo di ricarica da parete per applicazioni in ambito residenziale e privato e Fimer Flexa Station, colonnina di ricarica per applicazioni commerciali e pubbliche) e il terminale intelligente SmartOpt di Fortech. Risultato: una soluzione che consentirà di collegare fino a 20 colonnine o wallbox e gestire il pagamento delle ricariche tramite un unico terminale, in maniera semplice e veloce. In altre parole, si tratta della risposta concreta di Fimer e Fortech alle esigenze del mercato, sempre più attento a esperienze di ricarica 100% user-friendly dei veicoli elettrici. La nuova soluzione frutto della partnership si inserisce nella gamma di prodotti e-mobility di Fimer, ad oggi composta da soluzioni sia in corrente alternata AC che in corrente continua DC e pensata per soddisfare le diverse necessità dei clienti per uso privato, pubblico e commerciale. «Il mercato mondiale e-mobility continua la sua inarrestabile crescita. Di pari passo, aumenta la necessità di offrire infrastrutture di ricarica in linea con le esigenze attuali», commenta Gaetano Belluccio, managing director eMobility di Fimer. «Per questo, dal 2017 lavoriamo con i principali player del settore, sviluppando e producendo soluzioni in grado di anticipare e successivamente rispondere in tempo reale ai bisogni delle future generazioni di veicoli». Le molteplici stazioni di ricarica che si potranno interfacciare al terminale offrono costi ridotti per le strutture ospitanti, grazie, ad esempio, all’assenza di connettività HW e di un canone mensile per il traffico dati. Un’ulteriore possibilità di risparmio è consentita poi dall’assenza di un canone annuo back-end per ogni singola box connessa; una differenza sostanziale rispetto alle singole connessioni Future Net, dove è invece previsto il pagamento di un canone annuo. Inoltre, l’utilizzo è molto semplice: non occorre la registrazione da parte dell’utente finale e, si possono utilizzare diversi metodi di pagamento (inclusi QR code, voucher e mobile payment, oltre ai più classici come bancomat e carte di credito). Il pagamento della ricarica diventa dunque sempre più semplice e veloce. E ancora, grazie al monitor flat touchscreen 12’’ (con vetro antivandalo), l’utente ha a disposizione fino a 5 lingue opzionabili per la guida vocale e può attivare il microfono per ricevere immediatamente assistenza tramite il terminale smartOpt. Il risultato è un’esperienza esclusiva, unica ed intuitiva. Per Massimo Banci, direttore commerciale di Fortech, «grazie alla partnership con Fimer potremo offrire una soluzione innovativa ed economicamente vantaggiosa, che permetterà a tutti i gestori di stazioni di servizio, supermercati, parcheggi e aree di sosta di installare e gestire numerosi punti di ricarica con estrema facilità e profitto. Con questa soluzione, infatti, intendiamo replicare nel mondo della ricarica dei veicoli elettrici, la classica esperienza di rifornimento in self-service di benzina e gasolio, una user experience già ampiamente diffusa e collaudata nelle tradizionali stazioni di servizio. Ciò consentirà a tutti i consumatori, italiani ed esteri, di pagare il servizio di ricarica direttamente da un terminale, permettendo di ricaricare il proprio veicolo liberamente senza obbligo di registrazione su app o portali web».

 

Previous Story

La transizione ecologica è più responsabile con Ecotessili

Next Story

La storica Valvole Nencini passa al gruppo OMB

Latest from Green Economy