Pianca punta alla sostenibilità e investe nel green

/

TREVISO –  Da sempre attenta al rispetto del pianeta, Pianca – azienda veneta specializzata da oltre mezzo secolo nel complemento di arredo e nei sistemi per l’abitare – continua la sua crescita nel nome della sostenibilità ambientale. A dare forza e mezzi alla visione etica dell’azienda è intervenuta Intesa Sanpaolo con un finanziamento di 4,3 milioni di euro per sostenere il progetto di ampliamento del fabbricato esistente e l’acquisto di nuovi impianti in grado di rendere più efficiente il sistema produttivo, incrementando l’output di semilavorati ottenuti secondo i dettami dell’economia circolare. Un investimento complessivo di 11 milioni di euro che l’azienda guidata da Aldo Pianca sta conducendo per dare impulso produttivo alla propria strategia di espansione internazionale, caratterizzata dall’accelerazione sulla proposta di designers di fama e di soluzioni rispettose dell’ambiente. «Conserviamo e tramandiamo l’arte di lavorare il legno da 14 generazioni – dichiara Aldo Pianca, presidente dell’azienda – avendo ricevuto in eredità la passione per la materia, il rispetto e la gratitudine per la biodiversità che la natura ci offre. Gli interventi in corso nella nostra sede aziendale fanno parte di questa strategia, dell’impegno costante a migliorare le nostre performance ambientali: con l’obiettivo di avere una produzione sempre più green e offrire prodotti ancora più sostenibili».

Il progetto di sviluppo sostenibile presentato da Pianca prevede due obiettivi di miglioramento Esg (Environmental, social, governance). Il primo riguarda l’introduzione di una politica di approvvigionamento che integri considerazioni ambientali: nello stabilimento di Codognè è prevista l’installazione di pannelli fotovoltaici – presenti anche nella sede di Pianca, con un impianto che copre interamente il fabbisogno energetico dell’azienda -, oltre che l’acquisto di auto elettriche aziendali e l’installazione delle relative colonnine di ricarica. Verrà ottimizzato l’intero processo produttivo grazie a macchinari ad alta efficienza energetica e nuovi impianti che permetteranno di utilizzare almeno il 10% di materia prima in meno, riducendo sfridi e scarti di lavorazione. Il sistema di riscaldamento scelto, a termostrisce radianti, sarà in grado di assicurare un elevato comfort termico oltre che un considerevole risparmio energetico. Grande attenzione verrà data anche al progetto del green, con la creazione di un’ampia area verde e la piantumazione di piante autoctone che contribuiranno al benessere di dipendenti e visitatori.

Il secondo obiettivo si riferisce alla quota di clienti e fornitori coinvolti sui temi della sostenibilità, che si traduce nell’utilizzo di programmi di promozione della cultura green e di pratiche virtuose. Da sempre legata alla cultura del legno, Pianca sceglie fornitori di pannelli certificati Fsc®, utilizzando solo legno proveniente da boschi certificati, a prelievo controllato e contro la deforestazione, oltre che pannelli privi di colle tossiche. Una costante ricerca verso nuovi materiali, processi e tecnologie, è inoltre promossa dall’azienda veneta con l’obiettivo di ridurre sempre di più la propria impronta ambientale. Per raggiungere traguardi sempre più importanti e risultati sempre più sostenibili, ed essere green non solo a parole, ma anche nei fatti.

 

.

Previous Story

Cuscinetti: SKF investe 40 milioni in Piemonte

Next Story

Doppio Malto esporta il franchising sartoriale per birrerie

Latest from Green Economy