Tra sicurezza alimentare e sostenibilità energetica l’obiettivo è “fame zero”

MILANO – «La sicurezza alimentare e lo sviluppo sostenibile sono tra le priorità nazionali della Thailandia»: con queste parole Chavalit Chookajorn, segretario permanente del ministero dell’Agricoltura e delle Cooperative thailandese, ha aperto il National Day del Paese a Expo Milano 2015. Alle celebrazioni della Giornata nazionale ha partecipato la Principessa Maha Chakri Sirindhorn, terza figlia del re Bhumibol Adulyadej (Rama IX) e della regina thailandese Sirikit..  Ad accogliere l’intera delegazione sono stati Maurizio Martina, ministro per le Politiche agricole, ambientali e forestali e Bruno Antonio Pasquino, Commissario generale di Expo Milano 2015. «La Thailandia – ha spiegato Chookajorn – applica la “Filosofia del re della sufficienza economica”, una dottrina che enfatizza moderazione, ragionevolezza e prudenza, e che è diventata una fonte di ispirazione per la sostenibilità in ogni ambito della vita». Entro il 2030 il Paese mira a produrre il 20% dell’energia da fonti rinnovabili, affiancando dunque alla sicurezza alimentare anche quella energetica. Il ministro Martina, nel suo discorso, ha elogiato le finalità educative del padiglione thailandese sui temi della sostenibilità e dell’innovazione e ha sottolineato i forti rapporti commerciali tra Italia e Thailandia: «Credo che la liberalizzazione degli scambi tra Unione Europea e Asia porterebbe grandi benefici per entrambi i Paesi, soprattutto per il nostro comparto agroalimentare», ha commentato il ministro facendo riferimento ad un mercato di 600 milioni di persone. Martina ha rimarcato l’importanza della lotta alla fame, questione al centro del dibattito aperto dall’Esposizione Universale: «L’obiettivo “Fame Zero 2030” – ha spiegato – deve essere raggiunto con l’impegno concreto della comunità internazionale e dei nostri due Paesi».  Le celebrazione sono proseguite con uno spettacolo sul tema “Cultura del suolo e dell’acqua” e una dimostrazione di Thai Boxe con il campione Buakaw Banchamek. La Principessa di Thailandia Maha Chakri Sirindhorn, a capo della delegazione, ha quindi visitato Palazzo Italia, dove il Segretario Permanente del Ministero dell’Agricoltura e delle Cooperative thailandese Chavalit Chookajorn ha firmato la Carta di Milano.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*